#quandosonopiccolo allo Spasimo fino a Lunedì 2 Novembre

Therese Pecora organizzatrice

Il progetto di Giusi Cataldo ha già sedotto un centinaio di Palermitani e non: artisti, attori, curatori, cantanti, scrittori, musicisti sono cascati allegramente nella rete della memoria e, in onore della Festa Dei Morti e di Notte di Zucchero, hanno portato il loro giocattolo davanti all’obbiettivo della fotografa Rori Palazzo.

#quandosonopiccolo è un gioco della memoria che riporta a galla le notti dei morti di quando eravamo bambini e attendevamo trepidanti il risveglio, per andare a cercare i doni lasciati dai cari estinti. Giusi Cataldo e Rori Palazzo hanno ricucito, con il filo sottile delle immagini, storie, sguardi, sensazioni. Davanti all’obbiettivo della fotografa palermitana, non tutti i personaggi hanno lasciato il campo alla persona, ma tutti hanno ritrovato la tenerezza dei bambini, indossando quasi la luce e i loro giocattoli.

Molti giochi portati in studio sono come uno specchio del destino delle persone che li hanno amati: come il tamburello di Giovanni Parrinello o il mangiadischi del cantante Marcello Mandreucci.

Sono ritratti potenti in cui lo sguardo della fotografa disegna perfettamente l’andare dei ricordi, il tempo che è passato e che a volte ritorna, con bambole antiche, automobiline, fumetti  dalle copertine un poco consunte, marionette.

Ne viene fuori un collage di sguardi, di persone e giochi, di emozioni ritrovate che potrete visitare allo Spasimo da sabato 31 Ottobre a Lunedì 2 Novembre in una foto-installazione. L’ingresso è contingentato, nel rispetto delle norme ma la suggestione dei ritratti di Rori Palazzo gode di uno spazio straordinario che se possibile accentua la tenera malinconia dei volti.

Andate a vederli, la gallery che trovate qui non è che un assaggio della bellezza che troverete!

Social Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X
X